Come ti riempio il post. . .

In realtà non ho nulla da dire. Scrivo questo post perché ho voglia di scrivere qualcosa ma – agli effetti – non c’è nulla di particolare che vorrei comunicare. Mi si potrebbe dire: “be’, ma allora non lo scrivi un post!”. Vero. Però a volte mi prende quella sensazione irrefrenabile di dovere a tutti i costi riempire uno spazio vuoto … Continua a leggere

Na. No. Wri. Mo.

Scrittori uniti di tutta Italia, sta per ripartire quel periodo dell’anno. NaNoWriMo (NAtional NOvel WRIting MOnth) è tornato. Un concorso forse, ma anche no. Ciascun iscritto prende l’impegno di scrivere un romanzo lungo almeno 50000 parole nell’arco di un un mese. Come? Ogni giorno si devono scrivere un tot di parole; si comincia il I Novembre e si finisce il … Continua a leggere

Ricomincio da qui

Vacanze finite, si riprende a lavorare; per quanto mi riguarda, si riprende a scrivere. In realtà non mi sono fermata un attimo di scrivere questo mese, però ho più che altro raccolto alcune mie idee che – spero – possano ingrandirsi col tempo. Da qualche giorno ho anche ripreso la mia attività di recensore, oltre a continuare una vecchia fan … Continua a leggere

Scrivi che ti passa

“Scrivere delle righe in cui ci si lascia realmente andare, buttando giù tutto quello che si sente, senza nemmeno preoccuparsi della struttura della frase, aiuta a liberarsi dell’energia contenuta nei ricordi e dalle sensazioni che aleggiano in noi come una nube tossica”. Sono parole di Dalila Campanile, collaboratrice di redazione per il mensile Hermes. Parole che ho apprezzato leggendo il … Continua a leggere